Barbera & Pigato

Blog sul restauro di una vigna

Cantina

Vinificazione con Clayver

Qualche tempo fa mi ero messo in testa di trovare un orcio in terracotta per provare a vinificare una parte delle uve che otterrò dalla vendemmia di quest’anno.

Dopo un po’ di tempo, e dopo aver provato varie strade contattando le aziende presenti sul territorio italiano, non sono riuscito a trovare un compromesso che mi soddisfacesse a pieno ed è così che mi sono rivolto al mio uomo di fiducia: il mio Mr. Wolf dell’ enologia Matteo Giustiniani.

Grazie a un paio di scambi di mail mi ha indirizzato su un prodotto che ancora non ero riuscito a trovare nonostante le mie mille ricerche sul web: il grès.

Clayver 2

Questa ceramica prodotta ad Albenga, zona dove questo materiale è ben conosciuto e lavorato da secoli, mi ha da subito affascinato.

Molte sono le virtù di questo orcio: la capacità di indurre una micro-ossigenazione nel vino, come le barrique ma senza cessione di aromi, esaltando così il gusto vero e proprio delle uve senza snaturarne le essenze, un ottimo isolamento termico dovuto allo spessore costante di 2 cm, l’utilizzo di terre selezionate, la totale assenza di conducibilità elettrica e così via.

Clayver_1

Il sistema di chiusura poi è molto ingegnoso: si compone di un vetro rettificato, che a contatto con la superficie dell’orcio, anch’essa rettificata, crea un’effetto ventosa che permette di creare in questo modo un’adesione tra le superfici totalmente ermetica; non da meno l’estetica dell’oggetto è molto ben curata.

Ho deciso! Faccio una prova con la taglia minima, 40 litri, e vediamo cosa succede.

Al momento dell’acquisto mi sono trovato a parlare con Maurizio, una persona che mi ha subito ispirato molta fiducia e grande competenza, e che si è prestato a rispondere a tutte le miei domande.

Ai posteri l’ardua sentenza e se volete approfondire questo è il sito: Clayver

Vi lascio un piccolo video per completare meglio la descrizione dell’oggetto.

1 Comment Vinificazione con Clayver

  1. Web Hosting

    Proprio guidati da Luca Risso e da Maurizio Gasco, responsabile marketing e design, abbiamo assistito a una delle prime degustazioni di vini prodotti in Clayver.

    Reply

Leave A Comment