Barbera & Pigato

Blog sul restauro di una vigna

Concimazione / La vigna / Ristrutturazione / Sovescio

Giorni intensi

Sono stati molto intensi gli ultimi giorni passati in vigna, tanto intensi che non sono nemmeno riuscito a ritagliarmi il tempo per fare qualche video per documentare l’avanzamento dei lavori.

Il primo giorno l’abbiamo dedicato alla preparazione e allo spargimento del 500P distribuito poi sul terreno fresato. Solo questo. Solo questo?!

Si ma il giovedì prima di Pasqua è tradizione di questa zona festeggiare il “Pasto” ed è obbligatorio che tutti gli uomini del paese siano presenti…ma di questo ve ne parlerò un’altra volta.

Venerdì e sabato io, Piero e Dimytrov abbiamo letteralmente ribaltato tutta la vigna: via tutti i tiranti e tutti i pali per poi ripiantarli uno ad uno e ritendere tutti i cavi.

La parola giusta è estenuante, non solo per la pendenza ma anche perchè tutti i fili vengono da un recupero di una vecchia linea elettrica, smantellata all’epoca di impianto, che oltre ad avere un diametro di 3/4 mm sono anche impossibili da piegare.

Detto questo siamo riusciti a concludere tutto il lavoro e vederla in questo stato è una soddisfazione immensa.

IMG_20150404_194029

Domenica, Pasqua, e quindi relax e visita ad una…non ve lo dico! Ci potrebbe essere una nuova sorpresa molto presto!!

Lunedì semina del sovescio primaverile di Arcoiris in due differenti formati: miscela multifloreale di ispirazione biodinamica adatta alla rigenerazione del terreno e al riequilibrio.

L’altra miscela utilizzata invece è chiamata miscela ai due cereali ed ha un prevalenza di avena, frumento, segale, favino, pisello, veccia, senape e facelia. Inizialmente ero orientato sull’orzo distico, come mi aveva suggerito il professor Rombolà, ma non sono riuscito a reperirlo in quantità modeste. Sarà per la prossima volta.

IMG_20150406_114850

Dopo aver costruito un nuovo cancello non resta altro che aspettare la pioggia per dare una spinta alla semina e vedere i primi miglioramenti sul terreno.

Ripasserò a dare un’occhiata intorno alla fine di aprile a fare il conteggio delle viti e delle varietà sopravvissute ai molti anni di abbandono.

IMG_20150406_131726

 

Leave A Comment